Il ‘cul de sac’ di Meloni, la leadership solitaria senza squadra che deve fare tutte le parti in commedia

il ‘cul de sac’ di meloni, la leadership solitaria senza squadra che deve fare tutte le parti in commedia

Giorgia Meloni

Ne ho visti in passato (anche da vicino…) Presidenti del Consiglio affrontare campagne elettorali dicendo in premessa – con sussiego e un pizzico di alterigia – “io me ne terrò fuori”, per poi farsi trascinare nel gorgo inesorabile dello strapaese, con annessi tour promozionali in cui i ruoli si confondono, le prefetture sono mobilitate e i clientes si presentano in processione a chiedere benedizioni, bonus e provvidenze. Nel caso di Giorgia Meloni, va detto che lei si è candidata (anche se solo in funzione di specchietto acchiappavoti), e quindi nessuno può negarle qualche comizio. Ma altro è perdersi in video sciattamente goliardici e scivolare in polemiche di bottega con testate giornalistiche.

Questi sono segnali di nervosismo, figli dell’errore – politico, non comunicativo – commesso qualche giorno fa a proposito del premierato, quando ha detto “sulle riforme o la va o la spacca”, ribadendo successivamente che un eventuale voto negativo al referendum confermativo non porterebbe a sue dimissioni. Ma perché una politica esperta come lei si è infilata improvvisamente in questo tunnel senza uscite? La risposta è semplice. Giorgia Meloni vive una condizione di profonda solitudine. Come ogni leader, intendiamoci.

Come la stessa Elly Schlein – attesa, da qui a 15 giorni, al varco delle eterne forche caudine del Pd – che però nella solitudine si sta esaltando, mostrando doti di combattente che era difficile riconoscerle, e non ha l’esigenza di dover indossare il vestito buono della donna di governo. Mentre lei, l’underdog che ha scalato lo Stato, deve cambiarsi d’abito in continuazione: un giorno in giro per l’Europa a tessere la complessa rete della famiglia politica di cui è a capo, un altro a Caivano a mostrare il volto del governo del fare. Trovando il tempo per partecipare a convegni esternando in libertà, registrare video per sbeffeggiare presunti nemici, tenere a bada ministri e sottosegretari incontinenti, per non parlare dei membri regolari del suo esercito, che come aprono bocca combinano qualche guaio.

Deve fare tutte le parti in commedia, la premier, perché nella sua squadra nessun altro è in grado di stare sul palcoscenico (salvo Guido Crosetto, cofondatore del suo partito, ma con una cultura politica di ben altro spessore), neppure per fare il gioco sporco, quello – indispensabile in una campagna elettorale – di andare fuori dal seminato, di spararle grosse per farsi sentire. E consentire a lei di dare qualche bacchettata all’intemperante di turno, mostrando il volto autorevole e sereno di chi guida una nazione, non più – o non solo – un manipolo di confusi legionari. Detta in altre parole, se Giorgia Meloni non creerà una classe dirigente credibile, solida e soprattutto non dipendente da lei, la sua leadership solitaria non farà mai il salto di qualità necessario per reggere nel tempo.

OTHER NEWS

2 hrs ago

Il Parco si ripopola: nati tre orsetti

2 hrs ago

Le Mans | Ferrari #50: "Sudato freddo, ma abbiamo gestito bene"

2 hrs ago

De Vries si sfoga dopo il secondo posto a Le Mans: "Eravamo vicinissimi".

2 hrs ago

Comandante della base navale USA trova un cucciolo randagio e prende una decisione sorprendente

2 hrs ago

Dedica una canzone a Kiev, Rod Stewart fischiato in concerto

2 hrs ago

Rod Stewart, fischi al concerto per il sostegno all’Ucraina

2 hrs ago

Temperature sui 40 gradi, stato d'allerta per 80 milioni di americani

3 hrs ago

Imu 2024, domani scade la prima rata: in 25 milioni alla cassa. Come si paga, chi deve versarla e le aliquote

3 hrs ago

Victoria De Angelis: amore alla luce del sole

3 hrs ago

L'ex numero 1 Yevgeny Kafelnikov attacca Wimbledon: il duro messaggio agli agronomi

3 hrs ago

Paperissima Sprint, Vittorio Brumotti avverte: “Ho combinato un disastro”

3 hrs ago

Trasporta alimenti violando norme su salute consumatore, multato

3 hrs ago

Tutti i film e le serie TV DC in uscita nel 2024 e oltre

3 hrs ago

Concerto Gigi D'Alessio a Napoli: Politano sul palco insieme con il cantante

3 hrs ago

"Vogliono che attacchiamo Taiwan": cosa c'è dietro la rivelazione di Xi

3 hrs ago

Perù: terremoto di magnitudo 6.3 avvertita nella zona costiera di Arequipa. Non ci sono vittime

3 hrs ago

L’ira dei sindacati di polizia: “Topo nella mensa in Questura”

3 hrs ago

Elkann e il trionfo Ferrari: “Squadra unita e determinata”

3 hrs ago

Juve, Thiago Motta riparte da Yildiz: rinnovo e adeguamento

3 hrs ago

Juventus: ecco l’alternativa a Rabiot

3 hrs ago

Italia-Albania, la MOVIOLA LIVE: check del Var sul gol di Barella

3 hrs ago

L’Inter vuole replicare il colpo Bisseck: ecco il nuovo obiettivo

3 hrs ago

Zelensky avverte l'Occidente, "da Putin solo ultimatum, vuole dividerci"

3 hrs ago

«Perdonami figlio mio, volevo solo che tu andassi a scuola»: la lettera di una mamma al figlio di 4 anni scomparso in mare

3 hrs ago

Negoziati Russia-Ucraina, la clausola «assurda» sull'art. 5 voluta da Mosca: così nel 2022 fallì la trattativa di pace. La rivelazione del Nyt

3 hrs ago

Milan alla ricerca di nuove stelle: la decisone su Oghenetejiri Adejenughure

3 hrs ago

Milan, Guirassy più Zirkzee: le richieste di Fonseca per l’attacco

3 hrs ago

Bruciano l’alt dei carabinieri, si danno alla fuga e speronano l’autoradio: due giovanissimi arrestati a Milano

3 hrs ago

Inter, clamoroso: fatta per il nuovo portiere

3 hrs ago

Il parcheggio di viale Matteotti. Bene il primo mese gratuito. Ma ora scatta la tariffa oraria

3 hrs ago

“Scrivile, scemo. Le ho scritto ed è qui con me”. La foto allo stadio Franchi fa il giro del web

3 hrs ago

Il Pd vuole obbligarci a cantare "Bella Ciao..."

3 hrs ago

Serena Bortone, sfogo in diretta: «Non parlerei di fascismo se la smettessero di inneggiare alla Decima Mas»

3 hrs ago

Tensione e lunghe code: lo sciopero Trenitalia genera il caos a Napoli

3 hrs ago

Juventus, clamoroso: Chiesa può regalare Sancho ai bianconeri

3 hrs ago

Il ritorno di Kate Middleton: l’inaspettato gesto di re Carlo

3 hrs ago

Assicurazioni auto per danni meteo in crescita: grandine e frane

3 hrs ago

Berger paragona l'Audi alla Red Bull: "C'era anche Adrian Newey".

3 hrs ago

Gigi Dall’Igna aspetta che l’amicizia con Pramac funzioni a favore della Ducati: ‘Il tempo stringe; Non è nelle nostre mani’

3 hrs ago

Pmi nel mirino dei cyber-attacchi: "Ricatti in aumento del 30%"